Cani e Coronavirus, gatti e Covid-19…

Cani e Coronavirus, gatti e Covid-19… si ammalano e diventano contagiosi anche loro? Che fare? Tanti i dubbi per tutti coloro che convivono con un animale domestico nell’epoca della pandemia.

Nessun esperto ci mette tutta la mano sul fuoco ancora ma ad oggi la trasmissione diretta del Coronavirus da parte di cani, gatti ed altri animali domestici verso l’uomo sembra non possa tecnicamente avvenire.

Ma attenzione, si parla della forma diretta di contagio tra specie diverse, non si può escludere l’eventualità di infettarsi di Covid-19 come di altre malattie che possono essere trasmesse per semplice contatto con qualsiasi tipo di superficie, includendo quelle “vive”…

Qualche regola quindi va applicata ma senza stressare il nostro animale e noi stessi. Non è necesario adottare misure drastiche che potrebbero provocare disagi a noi e anche problemi agli animali.

Cercare di evitare il più possibile che l’animale frequenti luoghi a più alto rischio di venire in contatto con il virus sarà sempre la prima ragionevole regola, senza mai però rinunciare a farlo passeggiare… Magari per ora non lasciamo che qualsiasi persona ci accarezzi il cane, gentilmente neghiamoli la possibilità e sicuramente ci comprenderà.

Medici e veterinari raccomandano un’igiene un po più attenta, senza che diventi maniacale… Il Ministero della Salute per raccomandazione di organismo internazionali suggerisce alcuni comportamenti:

Lavarsi le mani prima e dopo aver toccato il cane o il loro cibo, giochi od altre sue cose. Limitare carezze e baci se il cane è in contatto con varie altre persone allo stesso tempo.

Tornando da una uscita, prima di entrare in casa lavare sempre le zampe con prodotti efficaci ma gentili per il suo pelo e la sua pelle, evitando quelli che contengono alcol che potrebbe provocargli irritazioni.

Senza stravolgere le nostre abitudini giornaliere e il nostro atteggiamento affettuoso verso cani e gatti possiamo individuare ed attuare altri accorgimenti che aiutino ad abbassare il più possibile il rischio di portarci in casa invitati invisibili e indesiderati.

Le precauzioni devono aumentare se in casa abbiamo già dei familiari con il Covid-19, purtroppo dovremmo limitare al massimo i contatti diretti tra loro e i nostri animali e usare tutte più misure igieniche possibili al fine di evitare che il nostro cane o gatto siano un veicolo di diffusione del virus nelle nostre case.

Anche a certa distanza un animale domestico, sopratutto un cane, trasmette la sua fedeltà, il suo amore, porta buon umore e fa compagnia in casa, i timori del contagio da Coronavirus non siano mai una scusa per abbandonare un animale che è già parte della familia …oltre che ignobile, è un atto illegale e punibile secondo il vigente codice penale italiano.

Cani e Coronavirus, gatti e Covid-19…

Per ampliare il tema vi suggeriamo la visita a queste pagine del Ministero della Salute:




Altre Letture…

Beast, il cane di Zuckerberg su Facebook

Beast, il cane di Zuckerberg su Facebook immediatamente! Che assicurazione...

Vietato sfamare randagi a Rocca di Cave

Vietato sfamare randagi a Rocca di Cave “Proibito somministrare cibo a cani e...

Leao, il cane che veglia la padrona morta

Leao, il cane che veglia la padrona morta Sará il nostro amore verso i cani ma...

Il cane con le orecchie più lunghe del mondo

Il cane con le orecchie più lunghe del mondo Si chiama Harbor, vive in...

Chaser il cane colto che sa mille parole

Chaser il cane colto che sa mille parole Attenzione a dare dell'ignorante a...



Assicurazione Cane veterinaria con Terrier

Preventivo Polizza Dottordog